Dove siamo?

Indirizzo

Orari

c/da Piano Conte, 

Sommatino (CL)

93019

Tutti i giorni Lun/Dom

09: 30 - 18:30

Come arrivare?

Da Agrigento:
Proseguire per la ss 640 (in fase di rifacimento) in direzione Caltanissetta. Prendere l'uscita Canicattì Nord al Km 37 (svincolo al mobilificio Mobilcenter) e proseguire fino all’uscita Delia e poi Sommatino.

Dall'autostrada A19 Palermo/Catania:
Prendere l’uscita Caltanissetta e proseguire sulla ss 626 direzione Gela, prendere l'uscita Riesi al Km 39 e proseguire per Sommatino.

Da Licata:
Proseguire per il raccordo ss 626 direzione Ravanusa e poi uscita Sommatino.

Da Gela:
Proseguire per la ss 626 direzione Caltanissetta, uscita Riesi e proseguire per Sommatino.

AUTOBUS

Per arrivare a Sommatino è possibile usufruire degli autobus della linea Sais Trasporti.
Per informazioni sulle corse e/o orari contattare la biglietteria della società di trasporti al numero 091 7041211

Sommatino, città delle zolfare

Sommatino è un paesino del centro Sicilia.

La sua storia è strettamente legata all’estrazione dello zolfo ed è per questo che viene anche chiamata "città delle zolfare".

Se siete interessati ai cenni storici ed alla cultura di questo comune, nei pressi del centro storico si può ammirare il Palazzo dei Principi di Trabia, signori di Sommatino, e la Torre Civica, torre con annesso orologio in stile Liberty risalente ai primi del '900, ricostruita sulle rovine di un'antica torre di avvistamento. Ma vale la pena visitare anche alcuni luoghi che raccontano la storia del paese e gli usi e i costumi della Sicilia. Come il Museo Etnoantropologico, in cui sono conservati reperti e documenti della cultura del passato, il Museo Comunale di Storia Naturale ed Arte Mineraria, in cui viene offerta una panoramica sull'evoluzione geologica del territorio e sulle tappe dell'attività estrattiva dello zolfo a Sommatino. E in particolare il Museo delle Solfare di Trabia Tallarita, che sorge sul sito della miniera da cui prende il nome. Un percorso museale nel quale sono presenti anche strumenti multimediali per immergersi nell’ambiente minerario, con strumenti e macchinari un tempo utilizzati nell’estrazione dello zolfo.
Un luogo che racconta la storia e la terra di coloro che lì hanno passato la loro vita.

Una delle tradizioni più importanti e significative del paese è "Lu Tuppi Tuppi", una manifestazione che risale al 1890 e che si svolge nella ricorrenza della festa di San Giuseppe, il 19 marzo e la seconda domenica di agosto. Si tratta di una rappresentazione sacra realizzata con attori che interpretano la Sacra Famiglia nei momenti in cui scappa dall'Egitto a causa di Erode. Un luogo pieno di attrattive culturali, storiche e tradizionali che rendono il paese caratteristico e pieno di svaghi per chi vuole visitarlo.